Iscriviti alla newsletter

giovedì 1 settembre 2016

Il Movimento 5 Stelle a sostegno dell'ex dipendente Ferloc Rosario Rummolo



Tiene banco a Castrovillari, dal lontano 2 marzo 2015, il caso relativo al licenziamento del lavoratore Rosario Rummolo da parte di Ferloc, azienda che opera nel settore del trasporto pubblico locale e del noleggio di autobus,  accusato di ricoprire la funzione di rappresentante sindacale (RSA USB). Situazione complessa e drammatica che, a distanza di un anno e mezzo, non ha avuto alcuno sviluppo. Diversi i tentativi da parte di Rosario, come si apprende dal comunicato stampa che egli stesso ha diramato lo scorso ventiquattro agosto, di chiarire la sua posizione e i suoi diritti, sia con l'amministrazione locale, sia con la regione Calabria, chiedendo come sia possibile che un vincitore di una selezione pubblica possa esser spostato in una società completamente privata, attraverso una legge regionale su cui grava un giudizio di incostituzionalità da parte della Corte Costituzionale. Istituzioni racchiuse nel silenzio, nell'indifferenza e nelle promesse non rispettate. L'epilogo peggiore si può ricostruire nella riunione congiunta di regione e comune, il 4 marzo del corrente anno, all'Università della Calabria, dove lo stesso Rosario, con i suoi legali, è stato invitato al silenzio mediatico, in cambio di una risoluzione mai avvenuta. Silenzio durato sino allo scorso 30 agosto, giorno in cui lo stesso lavoratore ha deciso di incatenarsi in una zona adiacente all'autostazione di Castrovillari, con l'intento di rompere questo stato di indifferenza da parte delle istituzioni. Ad interessarsi di lui, a seguito di alcune segnalazioni da parte di cittadini, è stato il senatore del Movimento 5 Stelle Nicola Morra, sulla cui vicenda ha espresso la volontà di richiedere un'interrogazione parlamentare, già dal prossimo 13 settembre, giorno di riapertura del Parlamento dopo la sosta estiva. Il meetup "Castrovillari a 5 Stelle", in stretto collegamento con il senatore, al quale comunicheranno i risvolti della vicenda, confida nella piena operatività del Movimento 5 Stelle e si stringe attorno a Rosario in segno di solidarietà, con la speranza che lo stesso, dopo così tanto tempo, possa veder rivendicati i propri diritti.

Nessun commento:

Posta un commento